L'oro in bocca del Salento al Mercatino del GustoPrevious Article
Oh che bel castello, il Castello di MasinoNext Article

Tour monumentale tra le piazze di Roma

Line Spacing+- AFont Size+- Print This Article

 

Roma offre un’infinita serie di delicate piazzette, viette incantevoli e scorci senza uguali. Ma ovviamente nel corso dei secoli non ha mai rinunciato al suo ruolo di centro del potere, dotandosi così di spettacolari piazze, con eleganti e imponenti edifici che fanno da quinta scenografica, spesso usati in epoca moderna come palazzi istituzionali.

La più imponente di tutte è forse piazza Venezia, trasformata come la vediamo oggi alla fine dell’Ottocento, quando copiosi sventramenti vennero effettuati per lasciare spazio al Vittoriano, monumento in onore del primo re d’Italia, divenuto dopo la prima Guerra Mondiale anche sacrario del Milite Ignoto. Di fronte, il quattrocentesco Palazzo Venezia, voluto dal pontefice veneto Paolo II Barbo, e divenuto modello per i futuri palazzi nobiliari rinascimentali, usato anche come copia per la realizzazione all’inizio del Novecento del Palazzo delle Assicurazioni Generali, qui posto a completare la piazza.

Da qui è possibile poi raggiungere piazza dei Santi Apostoli, con la sua curiosa forma allungata, dove a farla da padrona è la vetusta basilica omonima, che conserva all’interno importanti capolavori pittorici, come la cappella del cardinale Bessarione, affrescata da Antoniazzo Romano e Melozzo da Forlì. Ai lati, oltre al convento in cui per un breve periodo fu sepolto Michelangelo, si apre Palazzo Colonna, uno dei palazzi più importanti della città, ancora oggi di proprietà della famiglia. Sull’altro lato altri tre residenze nobiliari chiudono il fondale, regalando a questa piazza una raffinata eleganza unica nel suo genere. Poco oltre, percorrendo le caratteristiche stradine di Roma, si giunge in piazza di Trevi, dove palazzo Poli accoglie la fontana più famosa del mondo. Realizzata nel corso del Settecento su progetto di Nicola Salvi, Fontana di Trevi divenne la scenografica mostra dell’acquedotto Vergine, costruito nel I sec. a.C. dal generale romano Agrippa. Al centro della vasta facciata, troneggia il dio Oceano, con in basso due tritoni che trattengono due cavalli marini, uno calmo e uno imbizzarrito, proprio come i due volti del mare, corredati da una serie di figure allegoriche e decorazioni marine.

Attraversando via del Corso, si giunge in piazza Colonna, così denominata per la presenza della colonna istoriata innalzata in onore di Marco Aurelio nella seconda metà del II secolo d.C., il cui fusto è interamente impreziosito dai rilievi che narrano le gesta dell’imperatore nelle guerre contro i germani, sulla cui sommità si scorge la statua di San Paolo. E’ su questa piazza che si affaccia Palazzo Chigi, sede della Presidenza del Consiglio dei Ministri, mentre la vicinissima piazza Montecitorio ospita il palazzo omonimo, sede della Camera dei Deputati, realizzato da Gian Lorenzo Bernini. Una curiosità:  il grande obelisco egizio qui presente, trasportato da Augusto a Roma, fu utilizzato come gnomone per una grandissima meridiana!

L’Asino d’Oro Associazione Culturale  |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com