Gambellara: un weekend fra grandi vini, baccalà e rarità geologichePrevious Article
Sulle tracce di Gengis Khan nella Mongolia InternaNext Article

Sea Shepherd, un libro celebra i pirati che difendono l’oceano

Line Spacing+- AFont Size+- Print This Article

Sono trascorsi  40 anni da quando il Capitano Paul Watson fondò in Canada a Vancouver la Sea Shepherd, celeberrima organizzazione nata nel 1977 con la missione di proteggere e conservare la fauna marina. Una storia di eroismo, coraggio e generosità, quella  vissuta dall’eroico equipaggio nel corso di un’esistenza votata al mare, che Skira ha voluto raccontare in un libro straordinario, onirico eppur incredibilmente realistico, presentato lo scorso mese.

Il volume si apre con il discorso appassionato dello stesso fondatore Paul Watson, che introduce il lettore nell’universo di passione, immaginazione e coraggio che ha caratterizzato le campagne della Sea Shepherd. Un movimento di “non violenza aggressiva”, lo chiama il suo fondatore, basato sull’intervento diretto per la difesa degli Oceani e dell’habitat marino, spesso palcoscenico di massacri, violenza, azioni cruente verso gli animali.

Dall’Oceano Antartico e dal Golfo di Guinea nell’Africa occidentale al Mar Baltico in Germania e al Golfo del Messico in California, la flotta di Sea Shepherd ha lavorato per combattere la pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata, ha rimosso migliaia di reti da pesca e raccolto prove per condannare i bracconieri. Le campagne sulle coste hanno protetto i nidi delle tartarughe marine in via d’estinzione, rimosso tonnellate di pericolosi detriti dalle spiagge e dai corsi d’acqua e denunciato il trasporto illegale di pinne di squalo nel Sud-Est asiatico.

Oggi Sea Sepherd è un movimento globale, che vanta che oggi 12 navi e migliaia di volontari in tutto il mondo. È un esercito di guerrieri oceanici quello che scorre nelle immagini spettacolari di questo volume, che ripercorre gli eventi più importanti, le campagne, le date salienti vissute da Watson e dai suoi pirati buoni in 4 decenni di battaglie instancabili. Perché, come dice il suo fondatore, un individuo può essere fermato. Un’organizzazione può essere chiusa. Un movimento, invece, è intoccabile e un’idea è inarrestabile.

Testo di Francesca Calò,immagini tratte dal volume, crediti Skira | Riproduzione riservata Latitudeslife.com

Sea Shepherd
40 Years. The Official Book

ed. Skira, 2018, edizione inglese
208 pagine,  € 45,00