10 regole per essere dei viaggiatori sostenibiliPrevious Article
Un anno a regola d'arte: le Fiandre celebrano MagritteNext Article

Il piccolo, grande Principato di Liechtenstein

Line Spacing+- AFont Size+- Print This Article

A nemmeno due ore di treno da Zurigo, ecco il piccolo, grande Principato del Liechtenstein, ai confini tra la Svizzera e l’Austria. I suoi abitanti raccontano scherzosamente, che a Dio, quando terminò di creare il mondo, rimase una manciata di terra gettandola in questa vallata del Reno, tra le Alpi che non raggiungono i 3000 metri. E nonostante la collocazione alpina, il clima è abbastanza mite, grazie ai venti che soffiano dal Sud, permettendo inoltre di praticare gli sport invernali. Così in una superficie di 160 km quadrati, in questo piccolo Stato di circa 40.000 abitanti che parlano tedesco, una monarchia Costituzionale, 11 comuni e con capitale Vaduz, il principe Hans-Adam II di Liechtenstein è in carica da 27 anni.

I cittadini di questo Stato potrebbero deporre il loro principe, se e quando lo volessero, per scegliere l’istituzione repubblicana, ma non lo fanno, perché la famiglia del Liechtenstein è molto amata ed ha portato fortuna e benessere al Paese. Il più munifico dei regnanti fu il principe Johannes II che governò per 71 anni, fino al 1929 e che elargì circa 6 miliardi del suo patrimonio privato per trasformare questo luogo, affinché fosse più bello viverci. Ma al contrario di quanto si può pensare, i cittadini del Liechtenstein pagano le tasse, ma molto più basse di altri Stati: è per questo che negli ultimi trent’anni l’economia ha avuto un rialzo. Il principato non incontra difficoltà a trovare capitali esteri per gli investimenti, diventando sede di molte società e di gruppi finanziari.

Il centro storico, sotto il bel Castello di Vaduz che domina la vallata, è tutto pedonale, l’unico mezzo di trasporto che circola spensieratamente è il Citytrain e per la gioia dei turisti e dei bambini, offre un piacevole percorso alla scoperta anche dei dintorni della città, con la descrizione della storia, degli edifici più importanti e qualche curiosità sui Principi. In questo modo si possono anche vedere intorno i loro vigneti, dove nelle Cantine Hofkellerei gli ospiti sono sempre i benvenuti per degustare e acquistare i vini dall’ottima fama.

Ci sono diverse ragioni per effettuare una visita che si potrà tramutare in una vacanza turistico-culturale nel Principato di Liechtenstein, tra scalate con vette oltre i 2.500 metri, itinerari a valle, parchi naturali e paesaggi idilliaci sull’argine del Reno, con più di 400 km di sentieri segnalati e ben sicuri d’estate mentre d’inverno, ci si può avventurare sulle varie piste di diverse località sciistiche, dove si pratica anche lo snowboard, il pattinaggio sul ghiaccio con un nuovo campo, fondo e slitta. Oppure si possono visitare gli antichi palazzi e i musei di Vaduz che racchiudono grandi sorprese. Il Museo dell’Arte, il Museo della Posta e della Filatelia o il Museo Nazionale che vi condurrà prodigiosamente in un percorso tra storia, cultura, tradizioni e natura, in una affascinante avventura nel tempo. Un nuovo edificio lo ha arricchito col nome di “Camera del Tesoro del Liechtenstein”, dove è esposta una piccola ma notevole selezione di oggetti preziosi, come armi storiche, quadri, preziosissime uova di Karl Fabergé, come il celebre “Uovo dei fiori di melo” e copricapi principeschi di questa famiglia, che vanta una tradizione di oltre ottocento anni. Il paese è piccolo, ma offre una vasta gamma di interessi culturali, naturalistici, sportivi e non è privo dell’arte della buona tavola, con ristoranti per gourmet o locali tipici con saporite specialità, apprezzate dagli abitanti o dai turisti che qui non mancano mai.

Ma lo scenario che più sorprende, in questo luogo molto noto soprattutto per le banche è la dimensione semplice e contadina che si ritrova magicamente quando come modelle vestite a festa, le mucche sfilano in città al rientro dagli alpeggi, accaparrandosi la scena madre di questo spettacolo che ogni anno si ripete da sempre, sotto lo sguardo stupito di tutti. Insomma una vacanza rigenerante con sicurezza e tranquillità per tutta la famiglia: un vero relax principesco.

Per maggiori informazioni visitare il sito del turismo del Liechtenstein.

Testo e foto di Giuseppe Barbieri |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com