14 16 ottobre Milano Golosa: tre giornate all’insegna del buon vino italianoPrevious Article
Autunno, 10 località dove godersi il foliageNext Article

Giornata FAI d’autunno, la cultura al primo posto

Line Spacing+- AFont Size+- Print This Article

Palazzo San Giorgio, Genova, foto sito FAI

Torna, anche in versione autunnale, la giornata FAI che si celebrerà domenica 15 ottobre 2017. Una giornata di festa che pone la cultura al primo posto, dando spazio ai beni culturali e alle bellezze artistiche e naturalistiche del nostro paese.

3.500 volontari ad hoc hanno selezionato con cura le aperture in tutta la penisola, per restituire alle migliaia di visitatori il proprio patrimonio. Apriranno le loro porte al pubblico in questa occasione 600 luoghi di importanza storica, artistica, culturale, di solito chiusi al pubblico. Le città d’Italia coinvolte sono ben 185.

Torre Zaha Hadid, Milano, foto sito FAI

In occasione della giornata FAI d’autunno 2017 sono stati organizzati 170 itinerari tematici. Portando così alla scoperta di chiese, piazze, castelli, giardini, antichi borghi e quartieri cittadini, grazie alle visite guidate organizzate dai volontari. Tra i tanti argomenti che verranno trattati all’interno di questa edizione c’è anche la musica, fortemente voluta dai giovani, che rientra in uno degli itinerari tematici

Un’occasione unica per scoprire alcune, a volte meno note, bellezze d’Italia. Lo scopo di questa giornata è quello di far conoscere e valorizzare il patrimonio artistico, culturale e naturale italiano.

Basilica Santuario del Carmine Maggiore, Napoli, foto sito FAI

Tra i luoghi da non perdere: la Basilica Santuario del Carmine Maggiore a Napoli, forte presenza architettonica che si impone ai margini del centro storico tutelato dall’UNESCO.  La torre Zaha Hadid a Milano da dove si può avere una vista unica e irripetibile sulla città. La torre è un archivio a cielo aperto dell’evoluzione architettonica di Milano. L’Accademia dei Lincei a Palazzo Corsini a Roma, si tratta di una villa romana con giardino rinascimentale nel rione Trastevere, poi diventata sede dell’Accademia dei Lincei e custode di una fornita e storica biblioteca. L’Arsenale della Serenissima a Venezia, era il cuore dell’industria navale veneziana e rappresenta l’esempio più importante di grande complesso produttivo a struttura accentrata dell’economia preindustriale. Palazzo San Giorgio a Genova e il complesso monumentale di San Michele in Bosco a Bologna.

Le visite richiederanno un piccolo e libero contributo, suggerito dai volontari, a seconda del luogo visitato.

Per vedere la lista completa di tutti i luoghi aperti, consultare il sito delle giornate FAI.

Testo di Chiara Dalla Fontana |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com