Nepi apre le porte nel weekend

Palio-Borgia-Nepi
Una scena del Palio dei Borgia a Nepi

Una suggestiva cena medievale, le cozze preparate in ogni possibile variante e il classico tortellone emiliano. Sono queste le delizie che attendono i più golosi negli eventi proposti da tre graziosi borghi del Lazio, del Veneto e dell’Emilia-Romagna. Sabato 25 maggio, a dare il via ai festeggiamenti per il Palio dei Borgia di Nepi, sarà come di consueto Al Desco dei Borgia, una particolare cena che permetterà ai visitatori di gustare e vivere le atmosfere tipiche del Medioevo. L’appuntamento è fissato alle 20.30 nella splendida cornice della Rocca di Nepi, dove si potranno assaggiare piatti unici preparati seguendo le ricette di tanti secoli fa: crostini ai funghi, salumi, fichi, ricotta e miele, strozzapreti alle noci; e ancora zuppa improvvisata di Maestro Martino, ambrogino di pollo, capretto arrosto in sapore, ciambellette e tozzetti al vino e torta di panna cotta. Prenderà così il via l’evento che, fino al 16 giugno, animerà Nepi conosciuta come la “città delle acque” in provincia di Viterbo tra cortei storici, rievocazioni, giochi rinascimentali e cene nelle caratteristiche taverne. Il 31 maggio e l’1, 2, 7, 8, 9, 14, 15 e 16 giugno, le osterie delle quattro Contrade – Santa Croce, San Biagio, Santa Maria e La Rocca – saranno aperte e pronte a servire i piatti tipici della cucina locale. Gli amanti della buona cucina potranno gustare delizie come il salame cotto affumicato e la scapicollata, l’acquacotta di verdure, l’agnello alla cacciatora e il maialino a porchetta, fino ai dolci e ai vini della Tuscia.

Dal 24 al 26 maggio sarà festa anche a Porto Tolle, caratteristico paese in provincia di Rovigo immerso nel delta del Po e famoso per la coltivazione della cozza. Un prodotto a marchio DOP da gustare per tre giorni alla Sagra ad esso dedicata: qui sarà possibile passeggiare tra gli stand all’insegna del buongusto con numerosissimi assaggi a base di questo caratteristico mollusco. Da queste parti, infatti, le cozze vivono in uno strano ambiente ibrido, dove acqua dolce e salata si uniscono, che gli regala un gusto davvero inconfondibile. E oltre ai piatti al sapore di mare, non mancheranno stand con i migliori prodotti tipici, le infinite specialità locali e le rinomate cantine vinicole del territorio.

Negli stessi giorni a Sala Bolognese, saranno celebrati i piatti della cucina emiliana più autentica e genuina, da gustare all’aria aperta tra spettacoli folcloristici e musicali e intrattenimenti per i visitatori di ogni età. Alla Sagra del Tortellone e della Carne alla griglia, lo stand gastronomico proporrà tortelloni fatti a mano, tagliatelle, gramigna, polenta, carne mista alla brace, stinco al forno, fiorentine e filetti alla brace. Teatro della manifestazione sarà la splendida Villa Largaiolli in località Padulle, immersa nel verde e lontana dal traffico cittadino, con il suo parco che si sviluppa all’interno della golena del fiume Reno: il luogo ideale per passeggiate a piedi e per escursioni in bicicletta lungo gli argini. Tra una scorpacciata e l’altra infatti, in soli 15 minuti di bicicletta è possibile raggiungere il Castello del Conte e Chiesa di San Michele Arcangelo–Bagno di Piano, la Basilica Romanica S.Maria a Sala e il Museo dell’acqua. Tornando infine nel Lazio, Civita Castellana proporrà un grande tour enogastronomico tra le delizie regionali e non solo: saranno sette giorni di puro delirio culinario quelli in programma il 31 maggio e l’1, 2, 6, 7, 8 e 9 giugno nello splendido centro della Tuscia viterbese, che aprirà le sue porte per l’ottava edizione della “Fiera Nazionale delle Sagre e della Pasta”.

a cura di Fuoriporta  |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

 

Visto che sei arrivato qui…

... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Molte persone stanno leggendo Latitudes mentre le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo che il nostro giornalismo rimanga accessibile al nostro pubblico globale. I contributi dei nostri lettori ci consentono di mantenere questa apertura, in modo che tutti possano accedere a informazioni e analisi accurate ed indipendenti. Il giornalismo di approfondimento di Latitudes necessita di tempo, denaro e duro lavoro per produrlo. Ma lo facciamo perché crediamo che la nostra prospettiva sia importante, perché potrebbe anche essere la vostra prospettiva.

Se tutti quelli che leggono i nostri articoli aiutassero a sostenere la nostra attività, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Per un minimo di € 1, puoi supportare Latitudes e richiede solo un minuto. Grazie.