Nelle Marche per il weekend tra sapori di mare, crescia e frittelloni

ancona-porto
Una veduta del porto di Ancona

Tante idee per un weekend nelle Marche: cibo, nautica, pesca, sport, turismo e cultura. Dal 16 al 19 maggio Ancona ospita la sesta edizione di Tipicità in blu, una manifestazione che interpreterà a 360 gradi l’anima del capoluogo marchigiano situato al centro dello spazio adriatico. Al Mercato ittico, dove i pescatori convergono di ritorno dalle battute di pesca, sarà allestito il Blu Village, dove sarà possibile assaggiare le prelibatezze di mare: pesci e molluschi in ricette tradizionali e rielaborazioni attuali, in abbinamento ai vini delle Marche ed ai prodotti della biodiversità agricola. A Marina Dorica, porto turistico della città, è in programma un contest di pittura su tela ed una performance di musica con strumenti di plastica riciclata, a ricordare l’importanza dell’equilibrio nel rapporto tra uomo e mare; tuttavia, l’evento clou ambientato in questo bellissimo approdo sarà la Sailing Chef, regata velica caratterizzata da un’ardita prova di cucina a bordo, una “gara nella gara”. La Mole Vanvitelliana ospiterà un ricchissimo programma di performance artistiche con volti noti, nonché le “Giornate della pesca”, con laboratori e mostre che esalteranno il ruolo ed il futuro di questa importante attività primaria. Menù in blu ed Aperiblu, proposti nei locali cittadini aderenti all’iniziativa, rappresenteranno al contempo un’imperdibile appetitosa occasione per assaporare tutto il gusto del mare Adriatico in tante diverse stuzzicanti sfaccettature.

Ancora nelle Marche, si celebrerà il 18 e il 10 maggio a Frontone “Sapori e profumi di Primavera”, la festa della crescia e del fungo spignolo. Star dell’evento sarà la crescia (una tipica sfoglia di farina e uova) del paese in provincia di Pesaro e Urbino, una tradizione secolare che quest’anno si fregia per la prima volta della denominazione comunale e sarà a disposizione dei visitatori con assaggi in molteplici versioni, oltreché all’interno del percorso espositivo ed nei locali di ristorazione della cittadina delle Marche. Proposta “green” per la giornata di sabato, con il consorzio Terre del Catria che offrirà un percorso guidato alla scoperta dei funghi e delle erbe dell’omonomo monte. Si arriverà in quota con la nuovissima cabinovia, inaugurata recentemente ed in grado di trasportare gli escursionisti, comodamente e con una visione altamente panoramica, fino al rifugio Cotaline posto a 1.400 metri di altezza: da qui alle 10 si partirà per un’esplorazione e si ritornerà alle 12.30 per un pranzo in rifugio, a base di funghi spignoli e di tante altre specialità del luogo. Nel percorso espositivo che si snoda lungo il viale principale del paese, si potranno degustare prodotti della montagna e ricette a base di erbe trovate e funghi spignoli, oltre ad acquistare prelibatezze provenienti da tutto il comprensorio del Catria.

I frittelloni di Civita Castellana

Spostandosi nel Lazio, saranno sei giorni di puro delirio culinario quelli in programma a Civita Castellana, splendido centro della Tuscia viterbese che aprirà le sue porte per l’ottava edizione della “Fiera Nazionale delle Sagre e della Pasta”. Dal 17 al 19 e dal 24 al 26 maggio, tantissime sagre sono pronte a deliziare i visitatori con le loro portate, tutte realizzate rigorosamente a mano secondo antiche ricette dei luoghi di provenienza. Dalla mattina alla sera, i visitatori potranno partire alla volta di un indimenticabile viaggio nel gusto a partire dalle specialità locali: i “frittelloni”, delle sfogliatine sottilissime condite con pecorino e pepe e le zuppe della Signora Ida; ci sarà poi spazio per la trippa e i fagioli de ‘zi Maria e per i prelibati gnocchi di patate proposti dalla Pro Loco di San Lorenzo Nuovo. Sabato 18 e sabato 25 maggio è in programma l’apericena, con i ristoranti del territorio che proporranno il loro primo piatto più gustoso; al contempo, sarà possibile visitare la Mostra nazionale della ceramica artistica, allestita fino al 30 giugno nel centro storico.

a cura di Fuoriporta  |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Visto che sei arrivato qui…

... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Molte persone stanno leggendo Latitudes mentre le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo che il nostro giornalismo rimanga accessibile al nostro pubblico globale. I contributi dei nostri lettori ci consentono di mantenere questa apertura, in modo che tutti possano accedere a informazioni e analisi accurate ed indipendenti. Il giornalismo di approfondimento di Latitudes necessita di tempo, denaro e duro lavoro per produrlo. Ma lo facciamo perché crediamo che la nostra prospettiva sia importante, perché potrebbe anche essere la vostra prospettiva.

Se tutti quelli che leggono i nostri articoli aiutassero a sostenere la nostra attività, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Per un minimo di € 1, puoi supportare Latitudes e richiede solo un minuto. Grazie.