Il weekend fuori porta si festeggia con fiori, asparagi e rane

tortoli-infiorata
I disegni artistici di Tortolì in Fiore

Un intero paese dai mille colori e profumi, per una delle manifestazioni più amate della primavera sarda. Dopo il grande successo della scorsa edizione con oltre 20mila visitatori, “Tortolì in Fiore” torna il weekend del 13 e 14 aprile con le sue celebri infiorate. Le mani esperte delle infioratrici del paese e dei gruppi Infioritalia, realizzeranno nuovi disegni artistici nel pieno centro della cittadina in festa, con un ricco contorno di spettacoli, musica, mostre ed esposizioni. Il tema di questa edizione è dedicato ai murales nel mondo, con la riproduzione delle opere di alcuni degli street artist più noti in Europa e America. Ci sarà un murales della “leggenda” Tristan Eaton e uno di Gola Hundun, artista che ha realizzato simili opere in diverse nazioni, dedicati alla natura; e ancora i lavori del francese Julien Malland in arte Seth, dell’artista di strada messicano Farid Rueda e quelli di Riccardo Spanu in arte Raku, unico artista sardo che presta alla riproduzione una sua opera; così com’è garantita la presenza di un’opera di Jiulietta Xlf, l’artista di Valencia che realizza murales multicolori.

asparagi-terlano
Gli asparagi ancora protagonisti della primavera

A Terlano invece, in provincia di Bolzano, il 13 aprile prenderanno il via le famose settimane dedicate a un delizioso ortaggio che cresce nel cuore della valle dell’Adige. Anche quest’anno a Terlano l’inaugurazione della stagione degli asparagi offrirà ai visitatori la possibilità di gustare moltissimi piatti a base di questa delizia, che si presta in cucina a molteplici utilizzi. I ristoranti del paese e dei dintorni prepareranno i più raffinati piatti a base di asparagi, ai quali verrà abbinato anche il vino più adatto a partire dal Sauvignon, altro vanto del territorio che si sposa a perfezione con “l’ortaggio del Re”.

Spostandosi in Lombardia, Bornasco riscoprirà il 14 aprile le sue antiche origini con la sagra della rana. Al banco gastronomico saranno proposti salumi, carni alla griglia e, naturalmente, specialità a base di rane, che saranno cucinate in frittata, in padella e nell’immancabile risotto. Quello che ora è diventato uno sfizio per pochi, un tempo era il tipico alimento dei contadini delle campagne pavesi: tradizione voleva che nei mesi con la “r” si andasse a prenderle, armati di canne, nelle risaie del territorio.

Intanto a Città della Pieve, una delle perle della provincia di Perugia, fervono i preparativi per il fine settimana pasquale. Dal 20 al 22 aprile si potranno gustare le eccellenze produttive, agroalimentari e artigianali del territorio e dell’intero Stivale, oppure assistere ai Quadri Viventi dalla forte suggestione mistica; e ancora calarsi nelle viscere del centro storico a 37 metri di profondità, lungo un’antica cisterna medievale, il tutto ammirando mostre di arte contemporanea e un percorso storico-artistico di assoluto valore.

a cura di Fuoriporta  |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Visto che sei arrivato qui…

... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Molte persone stanno leggendo Latitudes mentre le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo che il nostro giornalismo rimanga accessibile al nostro pubblico globale. I contributi dei nostri lettori ci consentono di mantenere questa apertura, in modo che tutti possano accedere a informazioni e analisi accurate ed indipendenti. Il giornalismo di approfondimento di Latitudes necessita di tempo, denaro e duro lavoro per produrlo. Ma lo facciamo perché crediamo che la nostra prospettiva sia importante, perché potrebbe anche essere la vostra prospettiva.

Se tutti quelli che leggono i nostri articoli aiutassero a sostenere la nostra attività, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Per un minimo di € 1, puoi supportare Latitudes e richiede solo un minuto. Grazie.