Giordania, Petra: 10 cose da non perdere

Petra, la facciata del Tempio

Tra le 7 meraviglie del mondo moderno ce n’è una che non dista molte ore di aereo dall’Italia. Stiamo parlando di Petra, in Giordania, storica città costruita dal popolo dei Nabatei più di 2200 anni fa. Negli ultimi anni, specie da quando sono state introdotte diverse rotte Ryanair dall’Italia su Amman, capitale della Giordania, Petra è diventata una delle mete più visitate e desiderate dagli italiani e noi non ci siamo certo fatti scappare questa ghiotta occasione di visitarla in lungo e in largo. Il nostro consiglio è quello di visitare Petra nell’arco di due giorni, usufruendo del Jordan Pass da 94€ che include anche il visto per entrare in Giordania. In questo modo è possibile godersi al meglio questo sito, che non solo fa parte delle 7 meraviglie del mondo moderno dal 2007, ma è anche sito UNESCO dal 1985.

Ecco quindi le 10 cose da non perdere assolutamente se si decide di visitare Petra.

L’entrata al Siq

Da qui si possono ammirare tre grossi blocchi squadrati di pietra interamente scavati nella roccia e continuando lungo il percorso ci si trova di fronte alla Tomba dell’Obelisco che fu scolpita proprio dai Nabatei nel I secolo a.C.

Il Siq

Questa è la gola vera e propria, fatta di roccia dal colore arancione e rosa, che conduce i turisti alla facciata principale di Petra. Il Siq altro non è che il risultato di una naturale apertura della roccia ed è lungo oltre 1 km. Oltre a rappresentare una drammatica entrata nella città di Petra, il Siq conserva molti resti del passato di Petra come la strada pavimentata, la stazione di Sabino Alexandros e le Pietre Sacre Nabatee.

Il Teatro

La terza cosa da non perdere a Petra è il Teatro. Si tratta di un anfiteatro scavato nella roccia ai piedi della collina del Sacrificio. Il Teatro consiste in tre diverse file di sedute separate da passaggi. Sette scalinate portano all’auditorium e ha una capienza di circa 4000 persone. Si tratta inoltre dell’unico teatro al mondo scolpito nella roccia ed è davvero speciale.

Il Tesoro

L’attrazione principale di Petra però è ovviamente la facciata del Tesoro, chiamata anche Al Khazneh. Il Tesoro consiste in una enorme facciata di roccia alta 40 metri, tutta finemente decorata con capitelli corinzi, fregi e figure. Il Tesoro è chiamato così perché secondo le leggende dovrebbe contenere il Tesoro del Faraone, anche se adesso non è possibile entrarci. Bellissimo ammirare il Tesoro da più prospettive: da davanti, dietro le rocce, sul tragitto del Siq, di lato e persino dall’alto, tramite un percorso non certo agile ma dalla veduta stupenda.

Le tombe reali

Superato il Teatro, non si possono perdere anche le tombe reali, situate di fianco al Monumento del Palazzo. Le tombe reali in questione sono: la Tomba dell’Urna, la Tomba di Seta e la Tomba Corinzia. Una più affascinante dell’altra.

La strada delle colonne

Questa strada rappresenta un’originale creazione Nabatea che fu poi ristrutturata durante il periodo dell’occupazione romana. All’epoca, era la strada principale del mercato della città di Petra.

Il Monastero

Dalla Strada delle Colonne si giunge ad un’altra attrazione imperdibile di Petra: il Monastero. Per arrivarci, però, occorre percorrere un sentiero di circa 1.30h in salita e formato da circa 900 scalini. Una volta arrivati in cima, la vista è straordinaria e si può ammirare il Monastero (Ad Deir) in tutta la sua magnificenza.

Il Tempio dei Leoni

Questo monumento si può ammirare proprio lungo il tragitto per raggiungere il Monastero, ed è chiamato così per via dei due leoni scolpiti nella roccia situati all’ingresso del Tempio.

Il Grande Tempio

C’è anche un altro tempio di altrettanta importanza. Parliamo del Grande Tempio, che rappresenta uno dei più importanti monumenti archeologici e architettonici di Petra. Copre una superficie di 7000 metri quadrati complessivi tra il nord e il sud della porta monumentale.

Il Castello della Ragazza

Infine, l’ultima cosa da non perdere a Petra è il Castello della Ragazza (Qasr al-Bint). Il monumento è quasi perfettamente squadrato ed è costruito sopra un podio. Era il principale tempio di Petra dedicato a Dushara e ancora oggi si può ammirare la sua imponente struttura che si erge su 23 metri d’altezza.

Info utili

Turismo della Giordania

Jordan Pass

Di Sara Rimondi e Lorenzo Amorosi |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Puoi leggere altri contenuti di Sara e Lorenzo sul loro blog The Travelization

Visto che sei arrivato qui…

... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Molte persone stanno leggendo Latitudes mentre le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo che il nostro giornalismo rimanga accessibile al nostro pubblico globale. I contributi dei nostri lettori ci consentono di mantenere questa apertura, in modo che tutti possano accedere a informazioni e analisi accurate ed indipendenti. Il giornalismo di approfondimento di Latitudes necessita di tempo, denaro e duro lavoro per produrlo. Ma lo facciamo perché crediamo che la nostra prospettiva sia importante, perché potrebbe anche essere la vostra prospettiva.

Se tutti quelli che leggono i nostri articoli aiutassero a sostenere la nostra attività, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Per un minimo di € 1, puoi supportare Latitudes e richiede solo un minuto. Grazie.