La Sagra della Bruschetta anima Casaprota il 26 e il 27 gennaio

Panorama di Casaprota
Panorama di Casaprota

In questo tratto del Lazio la Sagra della bruschetta rappresenta un appuntamento davvero speciale. E non poteva essere altrimenti, nel borgo che produce da sempre un olio extravergine di oliva fra i più apprezzati d’Italia. “La festa più festa dell’anno”, come amano definirla gli abitanti di Casaprota, torna il 26 e il 27 gennaio per una due giorni all’insegna dei sapori di una volta e del divertimento; degustazioni, spettacoli folcloristici, mostre, musica dal vivo e visite guidate faranno da contorno a un grande protagonista: l’oro verde del territorio, dal sapore intenso e aromatico, già apprezzato dagli antichi Romani. Ad attendere i visitatori saranno altre delizie come la zuppa di farro e tartufo, le fregnacce alla sabinese e le salsicce; la Pro Loco di Amatrice cucinerà i famosissimi spaghetti all’amatriciana, mentre quella locale proporrà la degustazione delle “saltapadelle” preparate con acqua, farina, sale e mentuccia. Ospiti d’onore della festa saranno il Gruppo Folk SaludoS – Pro Loco Nuoro, la Banda musicale “Bonaventura Somma” di Chianciano Terme (Siena), il Corpo Bandistico “Città di Casperia” e le majorettes di Casperia; molto ricco è infatti il programma degli intrattenimenti con mercatini dell’usato, passeggiate panoramiche e a cavallo, spettacoli teatrali e laboratori di ludopedagogia per bambini, mentre la Mostra Mercato del Prodotto Tipico proporrà una vasta esposizione di prodotti tipici e artigianali della Provincia di Rieti e di quelle limitrofe.

Dall’olio extravergine d’oliva alle carni proposte in ogni possibile declinazione, a Montiano è in programma il 27 gennaio la Festa del Maiale, attraverso la quale il paese Romagnolo celebra il periodo dell’anno tradizionalmente legato alla macellazione di questo animale. Gli stand gastronomici saranno aperti dalle 12.00 alle 20.30 e proporranno grigliate miste, puntarine con fagioli e cotiche, fegatelli alla griglia, salami, salsicce e cotechini freschi preparati con cura dalle massaie locali. Giunta alla 14esima edizione, la Festa proporrà ai visitatori dimostrazioni dal vivo sulla lavorazione della carne di maiale con i metodi caserecci di una volta, e grande spazio sarà dato anche al folclore con canti e balli tradizionali.

E ancora la carne di maiale – proposta di una particolarissima ricetta – sarà protagonista dal 25 al 27 gennaio a Settimo Rottaro, borgo in provincia di Torino famoso per un piatto tipico fra i più apprezzati di tutto il Piemonte: il salame di patata. Si tratta di una delizia che nasce da ingredienti naturali e poveri: alcune fra le parti meno pregiate del maiale e le patate bollite che, sapientemente mischiate, danno vita a un insaccato dal gusto leggero, particolare e tipicamente piemontese che ben si abbina ad un buon bicchiere di vino rosso locale. La Sagra diventerà così anche una gustosa occasione per riscoprire alcuni aspetti tipici della vita rurale e per gustare i migliori dolci, formaggi e salumi del territorio.

a cura di Fuoriporta  |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Visto che sei arrivato qui…

... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Molte persone stanno leggendo Latitudes mentre le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo che il nostro giornalismo rimanga accessibile al nostro pubblico globale. I contributi dei nostri lettori ci consentono di mantenere questa apertura, in modo che tutti possano accedere a informazioni e analisi accurate ed indipendenti. Il giornalismo di approfondimento di Latitudes necessita di tempo, denaro e duro lavoro per produrlo. Ma lo facciamo perché crediamo che la nostra prospettiva sia importante, perché potrebbe anche essere la vostra prospettiva.

Se tutti quelli che leggono i nostri articoli aiutassero a sostenere la nostra attività, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Per un minimo di € 1, puoi supportare Latitudes e richiede solo un minuto. Grazie.