Canterano propone i profumi del bosco in tante irresistibili ricette

Non uno, ma ben due weekend dedicati al tartufo. A Canterano, piccolo e grazioso borgo dell’Alta Valle dell’Aniene, il prezioso tubero che racchiude tutti gli aromi dei boschi nei quali cresce sarà protagonista il 13 e 14 e il 20 e 21 ottobre.

Negli stand gastronomici – aperti il sabato dalle 12 alle 22 e la domenica dalle 12 alle 17 – il tartufo nero pregiato e il tartufo scorzone, tutti rigorosamente locali e raccolti nei dintorni del paese, nobiliteranno il gusto delle bruschette, della pasta fatta in casa e delle uova. Ad accompagnare questi prelibati sapori sarà il corposo vino rosso della zona, mentre gli spettacoli di musica popolare dal vivo faranno da divertente sottofondo alla festa.

Davvero imperdibile, poi, è la location all’interno della quale prenderà vita la Sagra del Tartufo: Canterano è un piccolo gioiello nel quale il tempo sembra essersi fermato che si affaccia sulla conca dell’Aniene; da questa posizione privilegiata è possibile ammirare dall’alto i monasteri di San Benedetto e di Santa Scolastica, oltre al maestoso Monte Livata; nelle giornate in cui il cielo è più limpido, è possibile scorgere la parte bassa di Subiaco, quella alta di Cervara e ancora il Monte Pillone. Il borgo è circondato da boschi ricoperti di castagne e grandi terrazze coltivate a viti, olivi, e nocciole: un vero paradiso che in questo periodo dell’anno inizia a colorarsi delle tipiche tinte autunnali.

E a proposito di autunno, il frutto stagionale per eccellenza sarà protagonista in Valle d’Aosta e in Friuli-Venezia Giulia. A Donnas si produce l’omonimo vino rosso, il primo D.O.C. della Valle d’Aosta, nonché una particolare qualità di castagne nota proprio con il nome di “donnasc”: e così dopo il gustoso antipasto della scorsa settimana con la Sagra dell’Uva, l’antico borgo tornerà a vestirsi a festa dal 12 al 14 ottobre per la Sagra della Castagna. Come di consueto, la manifestazione prenderà vita intorno alla Cena Bavarese e alla gara di “Mendaye”, una divertente competizione tra i caldarrostai aperta a tutti, nell’ambito della quale sarà assegnata la Castagna d’oro. A Montenars (Udine) invece, il frutto autunnale sarà proposto in degustazione in molte irresistibili ricette: gnocchi di castagne con ricotta, frico di castagne e polenta, la torta e lo strudel di castagne. L’appuntamento è fissato dal 12 al 14 ottobre e ci sarà spazio anche per il mercatino dell’artigianato dove, tra colorate bancarelle di manufatti e piccoli graziosi oggetti di ogni tipo, gli intagliatori del legno faranno conoscere questa antica arte.

Trascorreranno poi solo pochi giorni e a Tassullo (Trento) si potrà scoprire il mondo dei formaggi di malga con “Formai dal Mont”; il 20 e il 21 ottobre i produttori delle valli accoglieranno i visitatori nella splendida cornice di Castel Valer tra degustazioni, antichi mestieri e intrattenimenti per i più piccoli.

a cura di Fuoriporta  |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Visto che sei arrivato qui…

... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Molte persone stanno leggendo Latitudes mentre le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo che il nostro giornalismo rimanga accessibile al nostro pubblico globale. I contributi dei nostri lettori ci consentono di mantenere questa apertura, in modo che tutti possano accedere a informazioni e analisi accurate ed indipendenti. Il giornalismo di approfondimento di Latitudes necessita di tempo, denaro e duro lavoro per produrlo. Ma lo facciamo perché crediamo che la nostra prospettiva sia importante, perché potrebbe anche essere la vostra prospettiva.

Se tutti quelli che leggono i nostri articoli aiutassero a sostenere la nostra attività, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Per un minimo di € 1, puoi supportare Latitudes e richiede solo un minuto. Grazie.