5 mete fuori dal mondo per sognare le prossime vacanze

Secondo l’International Travel Survey la maggior parte degli italiani si sente triste una volta rientrato dalle vacanze. Per questo motivo la piattaforma digitale Momondo propone 5 mete fuori dal mondo, per fantasticare in attesa delle prossime vacanze.

Tristan da Cunha (territorio britannico)

Si tratta di un territorio britannico d’oltremare, a sud di Città del Capo. È l’arcipelago abitato più remoto del mondo, l’omonima isola conta appena 300 abitanti. È il luogo ideale per chi desidera isolarsi, infatti sull’isola non c’è rete ed è presente un solo internet caffè. La destinazione è complicata da raggiungere e ancora di più da lasciare. Sono poche le barche che da Città del Capo portano in questo arcipelago e ancora meno quelle che fanno la tratta inversa. Per raggiungere Tristan da Cunha si possono impiegare addirittura sei gironi.

Longyearbyen (Norvegia)

È la città più settentrionale del mondo. Longyearben fa parte delle Isole Svalbard, in Norvegia. Fondata nel 1906 come città mineraria, è la meta perfetta per chi desidera vedere renne, volpi e orsi polari. Da aprile ad agosto è possibile vedere la città vecchia alla luce del sole per 24 ore.

Ojmjakon (Russia)

Ojmjakon si trova in Siberia ed è il villaggio più freddo del mondo. In inverno le temperature possono raggiungere i -60°C, tuttavia 500 persone vivono qui tutto l’anno. Ojmjakon si trova in una zona permanentemente ghiacciata dove non cresce nulla. L’unico modo per raggiungere la città è andando in macchina da Yakutsk, occorrono però due giorni di viaggio per percorrere i 930 km che le separano.

Isola di Floreana (Ecuador)

Con appena 100 abitanti quest’isola fa parte delle Galapagos, in Ecuador. È la meta perfetta per chi ricerca una vacanza all’insegna della tranquillità e della natura. La Corona del Diavolo è un cono vulcanico immerso, perfetto per fare snorkeling.  Per molto tempo l’unico hotel e telefono disponibile era quello della pensione Witter, di proprietà dei discendenti dei primi abitanti di queste isole. Prendendo un aereo dall’Ecuador non è particolarmente complicato raggiungere l’isola.

Socotra (Yemen)

Immersa nel mare Arabico, è nota in sanscrito come l’isola della felicità. Questo luogo fa parte del Patrimonio Mondiale dell’Unesco grazie alla presenza dell’Albero del Drago, chiamato così perché i rami sembrano vene e la resina rossa è chiamata sangue di drago. Qui è possibile praticare escursioni sotterranee e ammirare stalagmiti e stalattiti di un metro.

Per maggiori informazioni su questa piattaforma digitale consultare il sito di momondo.

Testo di Chiara Dalla Fontana |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Visto che sei arrivato qui…

... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Molte persone stanno leggendo Latitudes mentre le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo che il nostro giornalismo rimanga accessibile al nostro pubblico globale. I contributi dei nostri lettori ci consentono di mantenere questa apertura, in modo che tutti possano accedere a informazioni e analisi accurate ed indipendenti. Il giornalismo di approfondimento di Latitudes necessita di tempo, denaro e duro lavoro per produrlo. Ma lo facciamo perché crediamo che la nostra prospettiva sia importante, perché potrebbe anche essere la vostra prospettiva.

Se tutti quelli che leggono i nostri articoli aiutassero a sostenere la nostra attività, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Per un minimo di € 1, puoi supportare Latitudes e richiede solo un minuto. Grazie.