Balkan Wine Expo 2014: la nuova fiera del vino in Serbia


Belgrado il 5 marzo 2014 ospiterà Balkan Wine Expo 2014. Per la capitale serba si tratta della prima volta: un appuntamento molto speciale, dedicato al vino italiano e rivolto al mercato dell’area balcanica.

L’evento nasce nel 2012 grazie a un progetto di Bacco Arianna, editore della rivista Papageno: dopo le prime due edizioni tenutesi in Albania, nella città di Tirana, la manifestazione acquista un’anima nomade e approda a Belgrado.
All’interno del Balkan Wine Expo 2014 sarà possibile partecipare a workshop e incontri con produttori, oltre a confrontarsi con addetti al settore e appassionati della materia vinicola.
L’evento andrà in scena dalle sale Belexpocentar dell’Holiday Inn, in cui saranno ospitate oltre 40 aziende vinicole italiane, senza contare due Consorzi di Tutela del Veneto.
Chiacchiere, rapporti di lavoro, degustazioni e il sapore intenso di una materia antica e profondamente legata alla terra: durante la fiera verranno presentati oltre 120 importatori e più di 300 etichette insieme al lavoro di chi ha dedicato all’enologia anni di ricerche, passione, esuberanza.

Complice un rinnovato interesse da parte di investitori internazionali, fra cui l’Italia, la Serbia negli ultimi anni ha visto aumentare la produzione del 1,9% su base annua.
Belgrado affascina con la sua vita intensa, le strade punteggiata dai piccoli locali dove fermarsi a ascoltare concerti e cenare. Capitale economica e finanziaria, Belgrado oggi stimola per le ispirazioni culturali e turistiche. Inoltre da qualche mese è ancora più vicina a Sarajevo, grazie ai collegamenti ferroviari della linea.
Una deliziosa occasione per visitare una splendida città assaporando il gusto forte delle tradizioni vinicole nazionali, alla ricerca di nuovi orizzonti, professionali e commerciali.

Maddalena De Bernardi
RIPRODUZIONE RISERVATA © LATITUDESLIFE.COM

Visto che sei arrivato qui…

... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Molte persone stanno leggendo Latitudes mentre le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo che il nostro giornalismo rimanga accessibile al nostro pubblico globale. I contributi dei nostri lettori ci consentono di mantenere questa apertura, in modo che tutti possano accedere a informazioni e analisi accurate ed indipendenti. Il giornalismo di approfondimento di Latitudes necessita di tempo, denaro e duro lavoro per produrlo. Ma lo facciamo perché crediamo che la nostra prospettiva sia importante, perché potrebbe anche essere la vostra prospettiva.

Se tutti quelli che leggono i nostri articoli aiutassero a sostenere la nostra attività, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Per un minimo di € 1, puoi supportare Latitudes e richiede solo un minuto. Grazie.