Vacanze sulla neve a St. Moritz: dallo sci al jazz

Miles Davis Lounge Kulm Hotel

Le vette innevate a St. Moritz sembrano vibrare al ritmo della musica capace di scuotere New Orleans e l’intera America: il jazz. Dopo il successo dell’ultima stagione estiva, il resort Kulm Hotel ripropone un eccezionale incontro con la musica.

L’appuntamento è alle ore 22:20 di ogni venerdì e sabato sera, fino all’8 aprile 2012. Location? La sontuosa Miles Davis Lounge, ovviamente dedicata  al trombettista jazz statunitense, uno dei più grandi artisti del XX secolo. Tra le sale del Kulm Hotel, che nel 1856 ha contribuito al lancio di St. Moritz nel circuito delle mete più esclusive al mondo, si respira ancora l’atmosfera dei tempi passati e se la Miles Davis Lounge, creata lo scorso anno, è stata eletta la più grande lounge dell’Engadina, possiamo dire che la sottile magia di un tempo all’apparenza immobile costituisce la nota dominante di una fragranza dal mistero sottile.

Qui abbiamo la possibilità di giocare sul campo da golf privato a 9 buche creato nel 1891; la selezione di sigari attende sulle mensole di legno scuro mentre ci lasciamo cadere e abbracciare dal velluto broccato delle pesanti poltrone, prima di un tuffo nella spa. Con le vertiginose altezze del Piz Güglia, a 3380 m, l’Alta Engadina svetta fiera della sua bellezza indomata, sfuggente e superba come solo un’anima libera sa esserlo.

Se capitate in queste zone non dimenticate di recarvi presso la Ferrovia Retica, che vi condurrà attraverso i paesaggi sepolti tra monti e cielo lungo i binari del Bernina e dell’Albula, dal 2008 iscritti nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità Unesco. Chi apprezza l’arte potrà dedicare un pomeriggio alla scoperta del Museo Segantini, fondato nel 1908, dove ammirare una cinquantina di opere del pittore Giovanni Segantini.

Il libro da tenere in valigia? Lei così amata di Melania Mazzucco (Rizzoli, Milano 2000) sulla biografia di  Annemarie Schwarzenbach, una donna tragicamente fuori dal comune, una viaggiatrice capace di raggiungere in auto, negli anni Trenta, la città di Kabul. Un’amante incredibilmente legata all’Engadina, capace di trasmettere l’amore senza fine per queste cime dai segreti inviolati.

Info: Kulm Hotel St. Moritz

Maddalena De Bernardi

Visto che sei arrivato qui…

... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Molte persone stanno leggendo Latitudes mentre le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo che il nostro giornalismo rimanga accessibile al nostro pubblico globale. I contributi dei nostri lettori ci consentono di mantenere questa apertura, in modo che tutti possano accedere a informazioni e analisi accurate ed indipendenti. Il giornalismo di approfondimento di Latitudes necessita di tempo, denaro e duro lavoro per produrlo. Ma lo facciamo perché crediamo che la nostra prospettiva sia importante, perché potrebbe anche essere la vostra prospettiva.

Se tutti quelli che leggono i nostri articoli aiutassero a sostenere la nostra attività, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Per un minimo di € 1, puoi supportare Latitudes e richiede solo un minuto. Grazie.