NAMIBIA Ho preso il mal d’Africa!

Informazioni utili

La Namibia è una delle nazioni più giovani al mondo (indipendenza dal Sud Africa nel 1990) e una delle meno popolate con poco più di 2 milioni di abitanti in un territorio di 825.000 km2. La capitale è Windhoek. Colonia tedesca, chiamata “Africa Tedesca di Sudovest”, è stata occupata dai germanici dal 1885 alla fine della prima Guerra Mondiale. Ha nove  parchi nazionali, il più famoso dei quali è l’Etosha, 8 riserve venatorie e tre riserve forestali.

Informazioni: Namibia Tourism Board, C/o Airconsult, Via A.Ravà, 106. 00142 Roma.

Informazioni e assistenza per organizzare un viaggio personalizzato secondo le proprie esigenze presso le migliori agenzie di viaggio.

Namibia. Ghepardo

Come arrivare: non esistono voli diretti dall’Italia. La scelta più rapida per raggiungere la Namibia è attraverso uno scalo in Germania da dove è possibile volare con Air Namibia , Air Berlin o Lufthansa su Windhoek. Altrimenti molto comode le compagnie come Emirates o Etihad che però hanno due scali (Emirati Arabi  e Johannesburg).

Quando andare: il periodo migliore è senza dubbio da maggio a dicembre (stagione secca invernale e inizio della primavera), quello più caldo con temperature che vanno da un minimo di 9 gradi ad un massimo di 35. Da gennaio ad aprile è la stagione delle grandi piogge, ma si può viaggiare in Namibia tutto l’anno, specie al centro-sud dove le precipitazioni sono esigue.

Come muoversi: noleggiare un’autovettura e’ quasi indispensabile per visitare la Namibia. E’ preferibile orientarsi su un veicolo a quattro ruote motrici o almeno sufficiente alto da terra. Tra le compagnie di noleggio classiche una delle migliori e’ la Budget che ha uffici nelle principali localita’ e propone servizi fondamentali come seconda ruota di scorta (fortemente raccomandata) e/o serbatoi supplementari. Se invece si vuole vivere maggiormente a contatto con la natura e risparmiare sugli alloggi si puo’ scegliere una vettura con tende sul tetto

Namibia Epupa Falls

 e in questo caso conviene rivolgersi a strutture locali come ad esempio Asco Car Hire  o Car Hire Namibia  o Caprivi Car Hire . Occorre prenotare con buon anticipo data la scarsa disponibilita’.

Dove dormire: In Namibia è possibile scegliere di dormire in lodge, in campeggi o in tende sul tetto dei fuoristrada. I lodge, rispetto ad altri Paesi dell’Africa Australe, sono molto vari sia come qualità che come costi. E’ molto importante dormire all’interno del Parco di Etosha per poter accedere alle pozze illuminate durante la notte e potersi muovere subito dopo l’alba e appena prima del tramonto all’interno del parco. Analogo discorso vale per Sesriem dove chi dorme dentro al parco (lodge lussuoso o camping) ha un’ora di vantaggio rispetto agli “esterni”.  Alcune delle sistemazioni piu’ remote e particolari sono il Palmwag Lodge, un meraviglioso complesso senza recinzioni in una zona strategica tra il parco di Etosha, il Damaraland e il Kaokoland perfettamente integrato nella savana circostante;  Camp Xaragu , un remoto e primitivo campo tendato dove soggiornare nel silenzio e sotto un cielo indimenticabile nel cuore del Damaraland; l’Anib Lodge, superbamente inserito  nel Kalahari namibiano  in cui organizza splendide escursioni all’alba e al tramonto; le ultime due menzioni sono sono per il Klein Aus lodge dall’eccellente rapporto qualita’/prezzo e per l’Ababis Guest Farm splendido alloggio vicino a Solitaire che permette di vivere immersi tra natura e animali.

 
Namibia. Cape Cross

Dove mangiare: Spesso i lodge offrono un pacchetto unico camera, colazione, cena. A Swakopmund e Windhoek ovviamente ci sono molti ristoranti, anche di buona qualità. Le specialità namibiane sono quasi esclusivamente legate a piatti di carne mentre il pesce è quasi tutto destinato all’esportazione e purtroppo non esiste una cultura di cucina adeguata alla qualità del pescato.

Documenti: passaporto con validità residua di almeno 6 mesi. Non occorre visto.

Lingua: inglese, tedesco, africaans, oshiwambo

Valuta: dollaro namibiano. 1 euro vale 9,44 dollari namibiani

Elettricità: 220 V con presa tripolare. I lodge hanno spesso adattatori, ma è buona norma portarne uno dall’Italia.

Telefono: per telefonare in Namibia comporre il prefisso 00264 seguito dal numero telefonico. Per chiamare l’Italia 0039 + numero telefonico

Copertura cellulare: la copertura del cellulare è garantita solo nei grossi centri. Sia al nord che al sud intere zone sono prive di rete mobile. Il parco di Etosha è invece quasi completamente coperto. In particolare le zone del Fish River Canyon e della Skeleton Coast sono prive di copertura anche nei lodge. Ricordiamo qui anche l’importanza di avere una seconda ruota di scorta soprattutto viaggiando in solitaria e di tenere sempre monitorato il livello del carburante in quanto i distributori sono sporadici e talvolta sprovvisti di benzina.

Namibia Epupa Falls

Bagaglio e abbigliamento: una piccola farmacia da viaggio, capi leggeri per il giorno, golf e giacca a vento per la sera. Occhiali da sole, cappello e creme solari e doposole. Valigia morbida e non troppo ingombrante.

Shopping: Le occasioni di shopping non sono tantissime e sono quasi esclusivamente a Swakopmund e Windhoek. In generale si tratta di artigianato in legno e tessuti.

Link utili:  Ente del turismo namibiano che gestisce (bene) i maggiori parchi. The cardboard box travel shop,  una delle migliori agenzie di prenotazione online. Etosha.it ,  un sito che racchiude quasi tutti i principali lodge namibiani suddivisi per regioni. Ababis Guest Farm un esempio di sistemazione nella natura incontaminata vicino a Solitaire. Gondwana Desert Collection, splendidi lodge nella parte meridionale del paese.

 Testo e foto di Paolo Sanvito

Visto che sei arrivato qui…

... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Molte persone stanno leggendo Latitudes mentre le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo che il nostro giornalismo rimanga accessibile al nostro pubblico globale. I contributi dei nostri lettori ci consentono di mantenere questa apertura, in modo che tutti possano accedere a informazioni e analisi accurate ed indipendenti. Il giornalismo di approfondimento di Latitudes necessita di tempo, denaro e duro lavoro per produrlo. Ma lo facciamo perché crediamo che la nostra prospettiva sia importante, perché potrebbe anche essere la vostra prospettiva.

Se tutti quelli che leggono i nostri articoli aiutassero a sostenere la nostra attività, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Per un minimo di € 1, puoi supportare Latitudes e richiede solo un minuto. Grazie.